Se capiti alle Cinque Terre,  non puoi perderti l’aperitivo più instagrammabile della Liguria: il Nessun Dorma a Manarola è una tappa obbligatoria!

In Liguria gioco in casa: i miei nonni hanno comprato l’appartamento a Framura quando avevo si e no 6 anni e da allora ho passato lì ogni estate. Prima erano come minimo un paio di mesi, poi con l’università i mesi si sono trasformati in settimane, ora si contano i giorni. Letteralmente, conto i giorni che mancano a poter respirare un po’ di aria di mare e i giorni contati che ci passo quando finalmente riesco ad andarci.

La verità è  che spesso ho preferito usare le ferie per esplorare parti del mondo (più che altro europeo), che ancora non avevo visto, partire con le amiche, passare vacanze romantiche con il mio ragazzo. Ma una scappata in Liguria non manco mai di farla.

Negli anni l’ho esplorata in lungo e in largo, ma c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire.

Le Cinque Terre, ad esempio, anche a distanza di anni mi danno sempre un mondo di emozioni. Nonostante la vicinanza con il paese in cui ho la casa però, negli ultimi anni ci sono andata pochissimo: troppa ressa, troppi turisti, troppo caldo.

Qualche week end fa tuttavia ho deciso che era il momento di tornare. I presupposti c’erano tutti.
Avevo alle spalle un week end lavorativo e tutta la tensione accumulata di una gara internazionale: in agenzia non è strano, per molti, lavorare nel week end, ma io non voglio fingermi la stacanovista che non sono (perché penso ci debba essere un equilibrio nella vita) e ti dico senza paura di passare per debole o sfigata che ero veramente stanca, sia fisicamente che mentalmente. In più, c’era la casa vuota e questo permette di tenere i ritmi che preferisci, fregandone se risali dalla spiaggia alle 9 e mangi alle 11: alla fine, siamo in vacanza, no?

Così, dopo un venerdì e un sabato di relax, domenica io e Cesare siamo partiti alla volta di Manarola, per riscoprirla e provare un locale perfetto per l’aperitivo, il Nessun Dorma.

L’unico modo per raggiungere Manarola è il treno, dopodiché è semplice spostarsi a piedi. Una volta scesi, la folla ci ha trascinato lungo la strada principale, un ‘esplosione di colori, profumo di mare e di buon cibo e sole. Arrivati qui, le persone tendono a guardarsi attorno meravigliate: camminano, fanno qualche passo avanti, poi tornano indietro per scattare un dettaglio che si erano perse.

Io passeggiavo godendomi il momento, lasciando che il caldo sciogliesse tutte le tensioni e mettesse ordine tra i pensieri, fino a sentirli scomparire tutti dalla mia testa davanti allo spettacolo di un mare da spot pubblicitario. Da lì, sulla sinistra, una passeggiata si inerpicava lungo la scogliera, una sorta di lungomare roccioso dove le persone, come formichine, camminano avanti e indietro, talvolta fermandosi per il caldo o per scattare altre foto.

Direzione: Punta Bonfiglio. Ecco, quello è il cammino verso il Nessun Dorma.

dove fare aperitivo a manarola

Dalla cittadina si notano gli ombrelloni bianchi aperti per riparare gli ospiti dal sole e se capiti per l’ora del tramonto, quella ideale per fare un aperitivo con un’atmosfera indimenticabile, vedrai anche, con molta probabilità, un po’ di coda!

Io e Cesare ci siamo incamminati per il sentiero, il sole iniziava a farsi sentire in modo più prepotente e la voglia di tuffarsi in mare era forte… Ma una volta arrivati in cima, il Nessun Dorma era lì a un passo da noi: dopo circa 10 minuti di coda eravamo dentro (più avanti ti svelo un trucco per evitare la coda!).

Quando ti siederai al Nessun Dorma, penserai di essere in paradiso, o quantomeno immersa in un film perfetto: i ventilatori ti rinfrescheranno, gli ombrelloni ti ripareranno dal troppo sole senza negarti la giusta luce, la vista e un gustoso aperitivo ti ripagheranno di ogni eventuale minuto di coda.

aperitivo panoramico manarola

A me non sembrava vero di essere finalmente lì, dopo averlo visto mille volte solo in fotografia, mangiandomi le mani per non esserci capitata prima. Il menù è favoloso, invitante, ricco di opzioni semplici e genuine della cucina mediterranea: focacce, taglieri, insalatone, bruschette…con ingredienti a km zero: sulla terrazza del locale c’è addirittura un piccolo orto!

Noi abbiamo optato per la degustazione di vino, salumi e formaggi, che comprendeva un tagliere pieno di prelibatezze (se vogliamo proprio fare i noiosi, unica nota negativa il salame, ma questo perché il mio palato è abituato a quello di Varzi!) e due calici di vino bianco, fresco e delicato, aggiungendo le bruschette tricolore, con pomodoro, crescenza e pesto: imperdibili!

Manrola dove mangiare

Ma passiamo ai consigli pratici per godere al meglio di questo locale!

Per la parte “logistica”:

  1. Scegliete con cura l’orario in cui desiderate andare al Nessun Dorma: la fascia migliore è senza dubbio quella dell’aperitivo, ma è anche la più ambita: il rischio di coda è alto, quindi vi conviene arrivarci quando ancora il sole non sta esattamente calando e, piuttosto, aspettare la golden hour una volta seduti;
  2. Il locale non prende prenotazioni e accetta solo contanti, attenzione! L’unico bancomat che ho visto si trova appena usciti dalla stazione;
  3. Volete risparmiavi la coda? Il Nessun Dorma apre alle 12.00, piazzatevi lì davanti, muniti di cappellino e protezione solare, 20 minuti prima: è vero, aspetterete ugualmente, ma sarete i primi ad entrate e potrete scegliere il tavolo che preferite (quello più instagrammabile, ovvio!);
  4. Se potete, andate di pomeriggio oppure in settimana, se non, ancora meglio, in giugno o settembre: evviva la bassa stagione 😉

Per la parte “Instagram”, ovvero come scattare la foto perfetta!

Prima di tutto, munirsi di fidanzato o amica molto paziente! Non sarà facile limitarsi a una sola foto!

Se vuoi che risaltino al massimo i colori della bellissima Manarola, scegli abiti dai colori neutri, pastello; se hai avuto una giornata impegnativa, fuori dal locale c’è un bagno dove sistemarti, ma comunque assicurati di avere con te: 1) Occhiali da sole se hai gli occhi stanchi, 2) Cappello, se i tuoi capelli non stanno a posto o c’è troppo vento 3) Se non hai il cappello o non ti piace, tieni in borsa una maschera per capelli istantanea come QUESTA e un pettine!

cappello paglia moda estate 2018 pom pomPS: Se ti piace questo cappello, lo trovi QUI!

Ordina per il tuo aperitivo o pranzo ciò che ti piace di più e includilo nella foto per renderla ancora più colorata! Ah, come hai potuto vedere, con quei piatti vengono bene anche i flat-lay!

Scegli uno dei primi tavolini, quelli a due. Io per paura di non avere vista sono andata troppo avanti e mi sono trovata in una tavolo da 4: comodo per carità, ma la foto ideale è dal tavolino da due.

Chiedi a chi ti scatta la foto di non scattare troppo dall’alto, ma di tenere il telefono o la macchina fotografica a un livello poco superiore al tavolino, per intenderci quella mezza altezza che permette di riprendere sia te, sia il panorama: altrimenti la foto sarà solo tavolo!

instagram foto manarola nessun dorma

Preferisci pose di profilo o di spalle, mentre guardi verso Manarola: il rischio di farla frontale e da seduta è di sembrare molto ingessata: posa adatta quindi solo se riesci a fare un movimento disinvolto e naturale!

manarola nessun dorma fashion blogge

 

Ora hai tutte le informazioni del caso: non ti resta che condividere questo post con chi vuoi portare con te, scattare la foto perfetta e goderti la bellezza di Manarola e questo gioiello di locale, indimenticabile Nessun Dorma!

Share: